Preistoria. Scoperto a Must Farm, in Inghilterra, il più antico e meglio conservato villaggio palafitticolo dell’Età del Bronzo, definito la “Pompei britannica”

L'impegnativo scavo archeologico del sito di Must Farm nel Cambridgeshire in Gran Bretagna

L’impegnativo scavo archeologico del sito di Must Farm nel Cambridgeshire in Gran Bretagna

Gli archeologi inglesi hanno esultato alla grande scoperta, gridando al ritrovamento della “Pompei britannica”, tanto erano convinti ed entusiasti. Sgombriamo subito ogni equivoco: non si tratta di insediamento romano distrutto da un’eruzione di un vulcano, ma l’eccezionalità della scoperta a Must Farm, nel Cambridgeshire, è una palafitta dell’età del Bronzo tra le più antiche e meglio conservate mai trovate in Gran Bretagna, distrutta verosimilmente da un incendio tra il 700 e il 500 a.C. Gli scavi condotti dall’Unità archeologica di Cambridge (Cau) e iniziati con la campagna 2010-2011, sono tuttora in corso. In questi anni hanno restituito barche, lance e spade; tessuti in fibre vegetali, gioielli; ciotole intagliate e vasi ancora pieni di cibo. Ma l’entusiasmo è salito alle stelle quando sono stati trovati i tronchi di quercia conficcati nel letto del fiume Nene, nel nord della contea di Cambridge, resti di un villaggio preistorico.

L'impressionate qualità dell'impianto di tronchi a sostegno delle case circolari di Must Farm

L’impressionate qualità dell’impianto di tronchi a sostegno delle case circolari di Must Farm

La scoperta è senza precedenti nel Paese: un agglomerato di case circolari di legno, costruite come palafitte, la cui datazione viene indicata fra il 1000 e l’800 avanti Cristo. Stando ai ricercatori coinvolti, l’insediamento fu verosimilmente devastato da un incendio e le rovine di quelle case finirono in un fiume, il cui fondale di limo ha contribuito a preservarli per circa 3000 anni. Fra gli oggetti ritrovati, vasellame con ancora tracce di cibo fossilizzato all’interno. L’età del Bronzo, che nella Grecia classica fu quella cantata da Omero, durò nelle isole britanniche fra il 2500-2000 e il 650 a.C. L’uso dei primi strumenti bronzei della storia dell’umanità permise in quei secoli, secondo gli studiosi, una certa migrazione di persone dall’Europa continentale. Proprio dal sito di Must Farm provengono asce, utensili piuttosto “sofisticati”, preziosi monili d’oro e caratteristici tumuli funerari a forma circolare. Sono ben conservate le travi carbonizzate del tetto di una delle case circolari, insieme ai legnami che mostrano segni di utensili e i resti di una palizzata con pali di legno che un tempo racchiudeva il sito.

Il vasellame in ceramica ancora con i resti di cibo fossilizzato all'interno

Il vasellame in ceramica ancora con i resti di cibo fossilizzato all’interno

L’archeologo David Gibson della Cau, che dirige lo scavo, è entusiasta: “Gli archeologi che hanno scavato due metri (6 piedi) sotto il piano della moderna cava hanno trovato anche le impronte delle persone che probabilmente abitarono il villaggio. Una volta che tutti gli oggetti recuperati saranno stati puliti e documentati ci si aspetta grandi risultati. Si è conservato così tanto che si può veramente ricostruire a tutto tondo la vita quotidiana in un villaggio dell’età del bronzo. Siamo in presenza di un’archeologia preistorica in 3D, con un assemblaggio di reperti insuperabile, sia in termini di gamma e sia di quantità”. E aggiunge: “È vero che nel Regno Unito è stato già trovato un certo numero di insediamenti dell’Età del Bronzo, ma nessuno si è conservato così bene come il sito di Must Farm. Infatti nella maggior parte dei casi non sono stati restituiti reperti lignei, ma solo buche di palo e tracce del loro posizionamento”. Invece a Must Farm si è addirittura conservata, come detto, la struttura del tetto. Alcune abitazioni molto ben conservate a Loch Tay nel Perthshire, ma risalgono alla prima età del Ferro, più tarde di circa 500 anni rispetto al villaggio del Cambridgeshire.

Annunci

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: